Quello a cui stiamo assistendo negli ultimi anni nel mondo di Internet, è una vera e propria truffa legalizzata. Stiamo parlando dell’industria del fitness che, inevitabilmente da tempo, ha trovato nella rete un mezzo di espressione, di pubblicità e soprattutto di profitto.

Lavorare attraverso la rete o altri mezzi è giusto e legittimo se solo si distribuisse un prodotto che funzionasse. Purtroppo qui incontriamo troppa disonestà e la maggior parte di ciò che vedete in internet sono bugie e illusioni.

Chi di voi non è mai andato sul web in cerca di video e consigli su come costruire un fisico perfetto? Inevitabilmente siete incappati anche voi nei canali di famosi youtuber e di gente con quei fisici muscolosi e magri, vere e proprie tabelle anatomiche viventi che vi dicono cosa fare per diventare come loro, parlandovi di metodi di allenamento e di nutrizione.

Purtroppo, oltre all’allenamento, all’alimentazione, all’integrazione e alla “dedizione” c’è ben altro. Un tema di cui tutti sanno ma nessuno parla: i farmaci anabolizzanti.

Tali farmaci, classificati dalla WADA come doping, sono principalmente rappresentati da versioni sintetiche dell’ormone maschile testosterone. La prima versione sintetica del testosterone risale al 1935, al culmine di sperimentazioni e ricerche scientifiche iniziate nel 1905 con l’obiettivo di contrastare o notevolmente migliorare il processo di invecchiamento.

Da allora il testosterone e i suoi principali derivati, gli steroidi anabolizzanti, vengono impiegati in ambiti ben diversi da quelli terapeutici per i quali erano stati pensati.

Dagli anni 50 infatti, gli steroidi anabolizzanti vengono regolarmente utilizzati nello sport professionistico, in primis nel bodybuilding, per aumentare la forza e la massa muscolare a livelli disumani. Non solo nel mondo del bodybuilding dove vengono usati a dismisura, ma oggi questi farmaci, (ricordiamo illegali ad eccezione di scopi terapeutici come trattamento di ipogonadismo e impotenza), seppur usati in dosi minori, hanno trovato mercato fertile anche nel mondo del fitness e delle palestre commerciali.

Non solo atleti professionisti ne fanno uso, ma i farmaci anabolizzanti si stanno diffondendo anche tra gli amatori e le persone che vogliono semplicemente apparire meglio prima della stagione estiva.

COME FUNZIONA LA TRUFFA

Atleti con fisici impressionanti, affermando che i loro risultati derivano dalla dedizione all’allenamento e infiniti sacrifici, aprono un canale youtube. Qui pubblicano video inerenti all’allenamento, alla nutrizione e all’uso degli integratori alimentari. In poco tempo, quel canale riceve molti iscritti, di solito ragazzi giovani senza esperienza che si fanno solo impressionare da quel fisico.

Nel frattempo i video dei nostri personaggi in questione rimandano ai servizii di coaching online. I ragazzi incoscienti si abbonano al coaching e iniziano a pagare per ricevere le schede di allenamento. Fino a qui non c’è niente di male.

Il problema è che la maggior parte di questi atleti non vi sta dicendo tutta la verità. I loro risultati non derivano solo dall’allenamento e dieta ferrea bensì dall’uso dei farmaci dopanti. Ed ecco servita la truffa.

Nonostante seguirete le loro schede di allenamento, alimentazione e integrazione alla lettera, non otterrete mai i risultati promessi. Perché semplicemente quei metodi su di voi che non assumente anabolizzanti non funzionano. Allenamenti quotidiani intensi senza giorni di recupero, abbinamenti muscolari illogici e diete assurde non funzionano su atleti naturali.

Quello che otterrete nel migliore dei casi è l’abbandono dell’attività fisica. Ma c’è di peggio. Quando molti ragazzi vengono a sapere che quel tizio assume anabolizzanti e altre sostanze dopanti, la vostra frustrazione vi porta alla conclusione che l’uso di farmaci è inevitabile per ottenere risultati. Iniziate quindi ad assumerli anche voi, correndo grossi rischi per la salute, gettandovi nell’illegalità e nel circolo vizioso della tossico-dipendenza.

Ebbene sì, questi farmaci sono in grado di aumentare la forza, la massa muscolare e diminuire la massa grassa persino senza allenarsi! Insomma vi ritroverete con una forma fisica strepitosa mai vista prima, miracoloso, vero?

Tuttavia, quello che ottenete con gli anabolizzanti è un illusione e una volta che terminerete con le assunzioni, il vostro fisico tornerà mediocre come prima e i vostri progressi svaniranno del tutto.

Questo vi getterà in uno stato di depressione profonda fino a quando troverete i soldi per comprare dal vostro spacciatore un altro ciclo. Inoltre, gli effetti collaterali non mancano: morte prematura, ginecomastia, infarto miocardico, ictus, acne, disturbi ormonali, depressione, ipertensione, aggressività sono i principali.

Guardate i grandi campioni di bodybuilding appena smettono le assunzioni per infortuni o problemi di salute. Nel giro di un paio di mesi da colossi di 120 kili di muscoli al 4-5% di massa grassa, tornano ad essere fisicamente insignificanti, forse paragonabili a un lavoratore manuale.

Le morti premature da steroidi sono all’ordine del giorno nello sport professionistico e nel culturismo. Basta farsi un giro sul web.
Ne vale davvero la pena?

I METODI DI ALLENAMENTO

Tutto parte dagli States degli anni ’60, come sempre d’altronde. Il periodo d’oro del culturismo americano che vede in Arnold Schwarzenegger, Lou Ferrigno, Frank Columbo e colleghi i protagonisti indiscussi. Allenamenti interminabili, persino doppie sedute giornaliere di mattina e pomeriggio, 7 giorni su 7, intensità disumane che portavano atleti sul palco a mostrare fisici da supereroi, magri, forti e muscolosi.

Nell’Europa degli stessi anni pensavamo: “gli Americani ci sanno fare, sono bravissimi, hanno dei metodi di allenamento favolosi”.

Se osservate con un occhio esperto i video degli allenamenti di Arnold e colleghi, capirete che non si sapevano allenare affatto. Esecuzioni terribili, pericolose, cheating a ogni singola ripetizione, rischio di infortunio dietro l’angolo.

E’ vero, gli Americani erano bravissimi. Bravi a doparsi come cavalli da corsa. Infatti, dietro al loro successo muscolare si celava qualcosa di nome Dianabol, uno steroide anabolizzante potentissimo.

L’allenamento naturale è un’altra mondo. Solo chi è sotto farmaci anabolizzanti può allenarsi tutti i giorni, per svariate ore e persino due volte al giorno o come dicono molti allenarsi a istinto e diventare enorme muscolarmente.

Allenarsi in modo naturale significa stimolare sufficientemente il muscolo e dare il giusto tempo di recupero per farlo supercompensare e di conseguenza crescere. Infatti, l’allenamento è una condizione prettamente stressante e catabolica, che svuota il muscolo di glicogeno, consuma energia e lacera a livello microscopico le fibre muscolari. Se ci si allena tutti i giorni, come pensate che i muscoli possano crescere? Il muscolo cresce a riposo.

Tuttavia non è solo una questione di recupero delle fibre muscolari. Anche il sistema nervoso centrale deve recuperare, il sistema ormonale, il tessuto connettivo di tendini, ossa e articolazioni. Pensate che il vostro corpo produce continuamente ormoni, ripara le lesioni muscolari in una notte e il vostro sistema nervoso non si frigge?

I farmaci anabolizzanti servono a questo, a supportare allenamenti intensi, prolungati e quotidiani. Infatti, “attappano” i recettori dell’ormone dello stress, il cortisolo, inibendo quindi lo smantellamento del tessuto muscolare. Accelarano la sintesi proteica in modo tale che basta una notte per recuperare.

Altri farmaci invece servono a mantenere il focus mentale sempre alto. Altri a stimolare il dimagrimento come l’ormone della crescita e le anfetamine, che molti atleti assumono quando devono perdere grasso. Inoltre ci sono tutta una vasta gamma di farmaci che servono a contrastare gli effetti collaterali degli anabolizzanti.

Questo è oggi lo sport professionistico e soprattutto il culturismo. E sono in continuo aumento i giovani che cadono in questo circolo vizioso e le vite prematuramente spezzate.

Gli stessi metodi di allenamento che vengono insegnati nei corsi di istruttore di fitness, come il famoso 4 x 10, il metodo piramidale, non funzionano su atleti naturali perché sono semplicemente stati creati da atleti dopati. Il metodo Bill Star, i vari cicli di forza russi e bulgari, le tecniche ad alta intensità come l’Heavy duty di Mike Mentzer sono altri esempi di metodi sempre ideati da dopati che applicati ad atleti naturali non funzionano o al massimo danno scarsi risultati, mettendovi in situazioni di altissimo rischio di infortunio.

COME NON FARSI FREGARE

Se non avete esperienza risulta molto difficile non cadere nell’inganno. Questi tizi non parlano mai farmaci anabolizzanti (è illegale, ricordiamolo) e se affrontano il tema non assumo mai una posizione netta a riguardo. Magari dicono che fanno male alla salute e sono illegali ma non condannano chi ne fa uso e trovano sempre delle giustificazioni. Inoltre, alle vostre domande del tipo “assumi anabolizzanti?” loro negheranno sempre, primo perché è illegale e secondo perché smonterebbero con un sì la loro carriera truffaldina.

Ma se avete occhio e un po’ di esperienza, i soggetti in questione possono mentire quanto vogliono, ma verranno comunque smascherati.

Ci sono dei segni particolari che caratterizzano i dopati e qui di seguito li elencheremo nel tentativo di darvi un’arma in più per saper consultare indipendentemente il web, selezionare le informazioni e capire ciò che è vero da ciò che è illusorio.

Il rapporto peso/altezza: facciamo conto che siete alti 1,80 metri e pesate 90 kili sarete un hp + 10. Ma attenzione perché questo parametro vale solo se siete al di sotto del 10-12% di massa grassa altrimenti sarete solo sovrappeso od obesi. Atleti con un rapporto peso/altezza hp +20 ed oltre quasi sicuramente (salvo rare eccezioni) non sono naturali.

Massa muscolare enorme: muscoli che sembrano esplodere, stondature molto accentuate soprattutto su deltoidi e trapezi, pienezza muscolare fuori dal comune e separazione e striature muscolari molto evidenti sono chiari segni di uso di farmaci anabolizzanti.

Massa grassa ridotta: masse grasse al di sotto del 6-7%, mantenendo una muscolatura enorme, sono quasi impossibili da raggiungere senza l’uso di farmaci anabolizzanti, a meno che non vi troviate in una condizione di malnutrizione continua.

Sistema vascolare molto esteso: vene e arterie che si diramano ovunque, grosse come tubi dell’acqua sono . Sicuramente un buon allenamento crea un ipertrofia dei vasi ma entro certi limiti naturali senza steroidi anabolizzanti.

Velocità di crescita muscolare: vi è mai capitato di vedere gente in palestra e dopo pochi mesi guadagnare così tanti muscoli da non riconoscerli più? Bene, stanno assumendo farmaci anabolizzanti, i soli in grado di accelerano la crescita muscolare a certi livelli.

Tempi di recupero brevi: allenarsi intensamente 7 giorni su 7 è possibile per un atleta naturale? Allenarsi in questo modo è possibile solo se siete supportati da farmaci. L’atleta naturale non può perché ha bisogno di tempi di recupero più lunghi e soprattutto di periodi di scarico, cosa sconosciuta ai dopati. Non seguite schede di allenamento troppo frequenti e intense o vi ritroverete con il cortisolo alle stelle e la massa muscolare letteralmente divorata dallo stress.

Acne e sfoghi cutanei: queste complicazioni sono dovute, guarda caso, ad alterazioni del sistema ormonale di cui l’uso di steroidi anabolizzanti potrebbe esserne la causa. Fate caso sempre alla zona dorsale e alle spalle dove i recettori androgeni sono presenti in concentrazioni maggiori. Gente che assume è piena di bolle sfoghi cutanei.

Addome eccessivamente rigonfio: è causato da effetti collaterali di farmaci come l’ormone della crescita umano.

Rimodellamento ossa del viso: ingrandimento della mandibola, appiattimento ossa del naso e la fronte che diventa più prominente sono segni dell’uso dell’ormone della crescita umano.

Perdita dei capelli: molti degli steroidi anabolizzanti possono aumentare la probabilità di prematura calvizie (alopecia androgenica) nelle persone con una predisposizione genetica alla condizione.

Ginecomastia: effetto collaterale devastante (soprattutto psicologicamente) e molto diffuso tra gli amatori “fai da te”. Quando le dosi di testosterone assunte sono troppo alte, il corpo si difenderà producendo estrogeni che vi porteranno alla crescita delle mammelle. In pratica se sbagliate i dosaggi e non assumete contemporaneamente anti-estrogeni vi ritroverete con un bel seno proprio come la vostra fidanzata. Bello vero?

Se gli anabolizzanti vengono assunti da una donna, ai precedentemente citati segni caratteristici si aggiungono: abbassamento del tono di voce, ipertrofia clitoridea, alterazioni del ciclo mestruale e aumenti dei peli del corpo e del viso, anche in zone tipicamente maschili (schiena, barba ecc..). Per fortuna i farmaci anabolizzanti sono meno diffusi tra le donne.

IL DOPING E’ SEMPRE UN PASSO AVANTI ALL’ANTIDOPING

E’ una rincorsa continua. La storia dello sport professionistico e olimpico è piena di scandali doping. Ciclismo, nuoto, corsa, sci di fondo, atletica leggera, calcio, culturismo. Il doping è ovunque e ogni tanto ne beccano qualcuno positivo al test.

C’è una lista della vergogna infinita di atleti risultati positivi ai test antidoping. Ricordiamo Ben Johnson, che ai giochi olimpici di Seoul del 1988 vinse la finale dei 100 metri piani stabilendo il nuovo record mondiale con il tempo di 9″79. Purtroppo, tre giorni dopo i risultati dei test antidoping lo rivelarono positivo. Fu quindi squalificato con il conseguente annullamento della vittoria e del record.

Pensate che gli altri 7 atleti, che hanno corso più lentamente di un decimo di secondo, erano puliti? Semplicemente non li hanno beccati.

Il Tour de France è rinominato Tour della vergogna proprio perchè ogni volta molti ciclisti risultano positivi all’antidoping. Pensate che gli altri non lo sono? Semplicemente non li sgamano.

Pensate che i bodybuilders mangiano riso, pollo e proteine in polvere per arrivare a pesare 120/130 chili al 4-5% di massa grassa?

Pensate che le prestazioni dei giocatori di NBA, di football americano, di baseball, di hockey sul ghiaccio e i wrestler americani siano frutto solo dei duri allenamenti e del multivitaminico che prendono con la colazione?

Inoltre, potete starne certi, che nelle gare e competizioni sportive importanti dove non vengono effettuati i test antidoping, gli atleti sono tutti dopati. E nonostante venga fatto il test antidoping, questa non è una garanzia che gli atleti siano puliti. Ormai siamo arrivati alla follia e ci sono tipi di doping come quello genetico, che consiste principalmente nell’inibizione di alcuni geni che favorirebbero la crescita muscolare, che non sono rilevabili da nessun test. E chissà quali altri tipi di doping e tecniche per evadere i test saranno state sviluppate ultimamente.

Il doping è sempre un passo avanti all’antidoping e sarà sempre così fino a quando l’industria dello “sport entertainment” e del fitness fa girare soldi a palate.

Le persone amano lo sport come mezzo di intrattenimento. Tutti amano la spettacolarità di certe prestazioni sportive, tutti sono impressionati dai fisici enormi e magri dei culturisti. Il doping appartiene inestricabilmente a questo sistema.

Se un domani le case farmaceutiche smettessero di produrre steroidi anabolizzanti e altri farmaci dopanti, il settore economico del fitness e dello sport entertainment sparirebbe per sempre nel giro di qualche mese.

CONCLUSIONI: A QUALE FISICO POSSIAMO AMBIRE?

Ormai, dall’avvento dei farmaci anabolizzanti negli anni 50 fino ad oggi, periodo di crisi dei valori morali, dove l’apparenza, i social network e lo sport professionistico muovono un giro di affari di miliardi di dollari, è impossibile trovare fisici naturali.

Si fa di tutto per diventare famosi, per vincere competizioni, per guadagnarsi degli sponsor e l’uso di farmaci anabolizzanti e del doping è ormai parte indissolubile di questo sistema.

Direi che tutti i fisici famosi nell’era post steroidi anabolizzanti sono false aspettative se intendete rimanere puri moralmente, onesti e restare nella legalità, allenandovi quindi in modo naturale. Naturale non vuol dire mediocre come tutti pensano ma si può arrivare ad ottenere un fisico degno di nota.

Se rimaniamo in ambito culturismo, i fisici che dovete prendere come esempio e obiettivo sono quelli degli atleti nati e formatisi prima dell’era degli steroidi, quindi precedentemente agli anni 50. Fisici naturali come Eugene Sandov e Steeve Reves sono i modelli a cui si può aspirare, sicuramente anche molto in più dovuto alle migliori attrezzature di allenamento, ai progressi fatti in termine di nutrizione e agli integratori alimentari.

Ma dimenticatevi e disilludetevi dei grandi fisici dei Mr Olympia e dei fitness blogger famosi.

Restate puri moralmente, non gettatevi nell’illegalità e non infangatevi col marchio del doping,

Il doping è illusione. Il doping è morte.

Venite ad allenarvi in modo naturale con noi, vi aspettiamo.

EVOplus - Lifestyle Revolution